Sergio Carnevali, illustratore recanatese, da più di venticinque anni lavora ad un suo personalissimo e particolare progetto grafico che ha chiamato Inominforma e che lo vede impegnato a realizzare disegni, quadri, libri giochi e quanto altro illustrandoli con immagini di animali realizzate trasformando la parola che rappresenta il nome di ciascun singolo animale in una silhouette che lo raffigura nella sua propria forma.

Ecco così che le diverse lettere prendono forme zoomorfe per dar vita ad una serie quasi infinita d’illustrazioni dove animale e parola che lo identifica coincidono in un fantasmagorico caleidoscopio di forme e colori.

Attingendo a questa miniera fantastica d’idee e suggestioni Aurora Carnevali, figlia di Sergio e giovanissimo talento imprenditoriale, ha deciso di dar vita ad una linea di borse e accessori per l’abbigliamento di rara personalità e bellezza.

 

Sergio, come nasce l’idea de Inominforma, qual è stato lo spunto, il guizzo da cui tutto è poi scaturito?

Come sempre le idee, quelle vere, vengono quando non stai pensando a niente… ricordo ancora il momento in cui stavo cercando ispirazione per dei giocattoli in legno e nello scrivere la parola cane, ottenni uno strano grafismo, come se con le lettere si ottenesse anche la silhouette del cane stesso. Fu come aver inventato un nuovo alfabeto e, cosa più incredibile, innescato un meccanismo tra me e questo nuovo linguaggio che ancora oggi mi perseguita.

Inominforma erano così nati: dalle prime illustrazioni che rappresentavano cose ho poi preferito andare a raffigurare gli animali, capaci di evocare emozioni diverse e più forti sia in me che li disegno che in chi li osserva.

Una bellissima idea che ha trovato poi le declinazioni più diverse…

Sicuramente un’idea dal grande potenziale che ho deciso, da subito, di orientare verso i bambini, realizzando nel tempo, con le illustrazioni che sviluppavo, giochi in legno, puzzie, libri da colorare e quanto altro potesse rappresentare un supporto didattico oltre che un oggetto capace di intrattenere.

genesi

E poi arriva Aurora. Come ti è venuta l’idea di fare delle borse con le illustrazioni di tuo padre?

Bhè.. Si.. in effetti potrà sembrare strano… io sono nata che mio padre già lavorava a questo progetto e sono cresciuta circondata da queste illustrazioni e dai giochi che nel tempo sono stati realizzati. Finché un giorno volevo personalizzare il mio zaino, e mi è venuto in mente di mettere una delle illustrazioni realizzate da mio padre che mi piaceva particolarmente… Da qui poi l’idea di trasferire le illustrazioni su una borsa e di farne una linea da vendere a tutti. Appena maggiorenne ho chiesto a mio padre se potevo e lui, con grande entusiasmo ha deciso di affiancarmi in questo progetto. Così nasce il brand che ho chiamato Sergio Carnevali appunto e la linea di borse Inominforma che recano le illustrazioni di mio padre su modelli da me ideati.

Acquista ora
Complimenti Aurora per l’idea.. e per il coraggio! Non ti spaventa aprire un’azienda di questi tempi? E come vedi il futuro per il tuo brand?

Un pò di timore ce l’ho sicuramente… ma credo che oggi più che mai sia necessario tirare fuori nuove idee. Ovviamente sto cercando di affrontare il mercato con gli strumenti più efficaci per vincere la sfida che mi sono posta: per ora le borse sono disponibili solo per la vendita on line, direttamente dal nostro sito www.carnevalisergio.it e stiamo cercando di lavorare nel miglior modo possibile nella comunicazione, realizzando mostre eventi dove presentiamo le immagini di partenza e i relativi prodotti personalizzati con gli stessi, sfruttando poi le piattaforme social e i blogger. Il percorso non sarà facile ma sono sicura che in questo modo riuscirò a consolidare il mio brand e raggiungere gli obiettivi di fatturato che mi sono prefissa mantenendo la mia azienda la più snella possibile… anch’essa “in forma” insomma…

Share This